Privacy Policy

Maremma se è bòno….

ci vòle:

1 pacchetto di biscotti “Digestive” ai fiocci d’avena (si trovano in genere in tutti i supermercati)

125 gr di burro

50 gr di zucchero per la base

300 gr di zucchero per il “ripieno”

Si sbriciolano i biscotti ben benino (o si mettono nel frullatore che si fa prima), si aggiungono i 125 gr di burro fuso (senza farlo bollire mi raccomando) 125 gr di zucchero e si amalgama tutto ben benino.

Si imburra una teglia e si spalma questa base nella teglia aiutandosi con uno sTiacciacarne, il fondo d’un bicchiere, una forchetta e quant’altro vi pare per stenderlo e fare la base con i bordi, mi raccomando.

Ora va un’oretta in frigo a rassegare.

Si prepara la farcitura: 3 scatolettine di Philadelphia, (750 gr di Philadelphia), 2 cucchiai di scorza d’arancio grattugiata sottile senza il bianco, 300 grammi di zucchero, una fialettina di estratto di vaniglia. Si amalgama il tutto ben beino.

Si aggiungono 4 uova, ma una per volta, una per volta.

Da ultimo si aggiunge un barattolo e mezzo di panna acida. Si mette la farcitura nella base che si è rappresa e… Ora… via in forno, a 180°, per un’oretta.

Appena intiepidito si sforma e si mette in frigo, ci deve stare almeno 6 ore, si prepara bene anche il giorno prima, o la sera prima per il pranzo di domani.

Servizio (variante della Gabrì ma di primaria importanza): si serve con un mezzo barattolo di marmellata di arance amare diluita appena o scaldata a bagno maria.

Altra variante: 250 mascarpone 250 philadelphia. (un po’ meno biscotti, mancano 250 gr di cacio!)

Leave a Reply