Si potrebbe chiamare pasta e ceci alla Melrose o alla Bonacco, insomma, normalmente pasta e ceci la preparo così, in 15 minuti.

Verso in un pentolino una confezione di ceci, quelli nei cartoni, 380 gr. (compreso il brodo di governo, come dicono loro) aggiungendo ancora un mezzo bric di acqua, un rametto di rosmarino e qualche spicchio d’aglio (io ne metto tre tagliati a pezzi, son quei pezzettoni bianchi nella foto) ed un pizzico di cumino (un pizzico, giusto quello che sta tra due dita, senza esagerare perché il cumino è cattivamente saporito).

Sbriciolo una manciata di pastaCaserecce n. 88” (Garofalo, cottura 10 minuti) con il pestacarne avvolgendola in un sacco di carta o in un tovagliolo; va bene anche la pasta piccola, ma a me piace così, con le Caserecce o le penne o altra pasta da ragù sbriciolata!

Appena inizia a bollire abbassare il gasse e coprire, deve cuocere lentamente come tutte le cose buone. Scaduto il tempo di cottura tolgo il rosmarino e butto in pentola un pizzicotto di curcuma e un pizzico di sale se occorre e fo bollire qualche minuto oltre i tempi della pasta, non si addice la pasta “al dente” nelle minestre!

Servire caldo aggiungendo ottimo olio d’oliva (Vezi’olio, mi raccomando!) e una grattata di pepe bianco, sì, quello lì che sa un po’ di cavallo!

E bun appetito, piatto pulito!

Aggiungendo qualche gambero può diventare Pasta e ceci alla Melrose con Curiosi o con Amici come nella foto più sotto.

 

Pasta e ceci alla Melrose

Pasta e ceci alla Melrose

pasta e ceci coi curiosi

pasta e ceci coi curiosi