Privacy Policy
scalogno caramellato

scalogno caramellato

 

È anche gradevole da vedere, oltre che sfizioso al palato. Io lo fo così: in padella piana antiaderente (bòna), un giro d’olio (perché un s’attacchi), lo scalogno, uno short di acqua, un pizzico di sale, 4 prese di zucchero.

Per fare prima, in un contenitorino chiuso metto un paio di scalognetti (poco più di due noci grosse) affettati fini fini fini con un cucchiaio di acqua 1 minuto nel microonde appalla, sennò si fa anche senza microonde, ci vòle solo un po’ più di tempo.

Si lascia lì, a gasse basso, facendo altre cose e ogni tanto gli si dà un’occhio. Se pare ancora troppo duro si aggiunge un pochina d’acqua. L’acqua serve a sciogliere e distribuire uniformemente  lo zucchero oltre a mantenere l’olio entro i 100 gradi,

Quando l’acqua è ritirata, lo zucchero comincia a caramellare.

La parte delicata è il punto di colore, quell’attimo della cottura in cui la padella va messa subito con il culo in acqua fredda altrimenti il caramello brucia.

Appena stiepidito si toglie e va subito tagliato, volendo, a triangoli, altrimenti quando è freddo si sbriciola come il croccante!

 

No Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. Hamburger alla Melrose o svizzerina “come dico io”. | Cooking - [...] che è lo scalogno caramellato, in una padella antiaderente ben calda si buttano i semi di sesamo e quando…
  2. Crema di piselli e basilico o Vellutata di piselli | Cooking - [...] e interessante… Aggiungere invece del pane delle cozze ‘mbriaàte nella vodka. Lo scalogno caramellato è decorativo ma da assaporare…

Leave a Reply